Psicoterapia dell’adolescente

  Adolescente-indeciso

L’adolescenza è una fase della vita costituito da dinamiche molto complesse e particolari. Lo sviluppo fisico e sessuale, il distacco dalle figure genitoriali, la ricerca di un’identità più definita sono solo alcuni degli aspetti che caratterizzano questa fase dello sviluppo, spesso indicata come tumultuosa, problematica o più genericamente “non facile”. E’ una fase di transizione, è  un momento critico, di cambiamento, di passaggio ma è un’evoluzione che nulla ha di patologico.
Tuttavia in alcuni casi certe difficoltà assumono un peso eccessivo, provocando stati di sofferenza che si protraggono troppo a lungo o che si estendono fino a invadere la vita dell’adolescente. Si è  in alcuni casi di fronte al bivio tra la possibilità di sviluppare una struttura personale solida da un lato e il rischio di un estendersi e di un amplificarsi dei punti di fragilità da un altro lato.

  • PSICOTERAPIA DELL’ADOLESCENTE. L’adolescente non sempre riesce a tradurre ciò che gli sta accadendo arrivando a chiedere l’aiuto di uno psicologo. In alcuni casi però accade ed è importante aiutarlo e permettergli di trovare quello spazio elaborativo. Sia nel caso in cui siano i genitori, preoccupati per loro figlio/a a chiedere una consulenza, sia nel caso sia l’adolescente, essendo l’adolescente minorenne, il primo incontro è con i soli genitori. Seguiranno poi cinque incontri di valutazione con il/la ragazzo/a e una restituzione ai genitori per la valutazione di un eventuale intervento psicologico. Il luogo ed il tempo della seduta devono diventare per l’adolescente un momento privilegiato di riflessione e d’investigazione su di sè. Per un certo tempo noi rispecchieremo all’adolescente, il più esattamente possibile, l’immagine che egli ha di se stesso e gli rifletteremo le modalità investigative attraverso le quali è giunto o giunge a quell’immagine di sé.

 

  • CONSULENZE ALLA COPPIA GENITORIALE (o monogenitoriale). Accompagnare un adolescente nella sua crescita è a volte molto complicato e complesso. Come per il bambino, creare uno spazio d’ascolto e di confronto aiuterà i genitori ad affrontare piccole e grandi difficoltà che possono presentarsi durante la crescita del figlio.

 

Anche con gli adolescenti, in molti casi,  trovo molto utile e fruttuoso integrare con l’EMDR le sedute per affrontare traumi più o meno forti che generano angosce o blocchi nel piccolo paziente.

  • Psicoterapia integrata con il trattamento EMDR per la cura del DISTURBO POST- TRAUMATICO DA STRESS (da esperienze di vita multi-traumatiche come  maltrattamento e/o abuso).
  • Psicoterapie brevi per la rielaborazione di esperienze traumatiche singole come lutti di persone care al ragazzo/a o gravi incidenti attraverso la tecnica dell’EMDR.

 

imagesPCSDA7MY